Leica M10-D mirrorless

Una mirrorless a telemetro priva di display ma capace di connettersi allo smartphone

 

Nostalgici degli scatti old style e degli apparecchi vintage? Tutti i vostri desideri stanno per essere realizzati: il fascino dell’analogico sta per tornare in tutto il suo splendore grazie alla nuova Leica M10-D, una fotocamera digitale dalle potenzialità sorprendenti.

Un design squisitamente rétro che racchiude in sé un’anima tecnologica e connessa, in quello che risulta come uno degli esperimenti più interessanti lanciati da un’azienda che non smette mai di stupire e che continua a mettersi in gioco con proposte nuove e alternative.

La fotocamera in questione è una mirrorless senza display, somigliante in tanti aspetti alla già nota Leica M10-P (di cui è una variante), che permette di inquadrare i soggetti solo attraverso il mirino, senza dare la possibilità a chi la utilizza di prendere visione del risultato in anteprima.

Leica M10-D

Un prdotto mirato agli appassionati di fotografia, agli amanti del caro, vecchio sistema a telemetro, che consiste nella messa a fuoco attraverso la collimazione di due immagini, permettendo al fotografo di concentrarsi esclusivamente sul soggetto inquadrato, riscoprendone l’importanza.

È dotata di un sensore cmos full frame da 24 Mpixel e di un attacco a baionetta per obbiettivi Leica M, il tutto guidato da un processore d’immagine Leica Maestro II. La ghiera presente sul retro dell’apparecchio, che prende il posto dello schermo digitale, permette di regolare i tempi di esposizione, la luminosità e la compensazione.

Se i vari parametri per impostazioni e modifiche non sono gestibili direttamente dal corpo macchina, possono però essere modificati grazie alla relativa app FOTOS, disponibile per smartphone Android e iOS, connettendosi via wireless per visualizzare i risultati, anche in modalità live view.

Leica M10-D fotocamera digitale

Una volta collegati all’applicazione, ogni singola foto potrà essere modificata grazie ai vari filtri ed effetti tramte VSCO o Adobe Lightroom, e condivisa in tempo reale a livello social, per pubblicare i propri piccoli e grandi capolavori su Instagram o Facebook.

Altri dettagli degni di nota? Senza dubbio la presenza di una strategica levetta, che simula lo scatto tipico delle vecchie macchine fotografiche dopo l’avanzamento della pellicola, che qui ha l”unica funzione di personalizzare al massimo l’impugnatura.

Il prezzo non è dei più accessibili: l’unione tra analogico e digitale ha i suoi costi e porta la nuova arrivata in casa Leica alla notevole cifra di 7695 euro, cui vanno aggiunti i circa 2000 euro dell’obbiettivo. Una fotocamera top di gamma dalla indubbia qualità ma destinata al solo pubblico di appassionati.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *